Torino | Pechino

WeChat per vendere in Cina: è davvero essenziale?

WeChat per vendere in Cina: è davvero essenziale?

Perché è essenziale avere WeChat per fare business in Cina?

WeChat è da tempo l’app numero uno degli utenti cinesi, ma è davvero essenziale averla per poter vendere in Cina?

SOMMARIO:

Cos’è WeChat?

È difficile definire cosa sia WeChat in un’unica parola. Abbiamo parlato di questo in un episodio del nostro podcast #15MinutiDiCina che puoi trovare qui. In breve, con WeChat puoi fare quasi tutto in Cina. Per esempio puoi:

  • mandare messaggi di testo e vocali ai tuoi amici come su WhatsApp;
  • condividere foto e video nei momenti come su Facebook;
  • conservare documenti, allegati, link, etc. come su iCloud;
  • avviare discussioni di gruppo come su Telegram;
  • pagare le bollette e ricaricare il telefono come dal tuo home banking;
  • mandare soldi ai tuoi amici come su Satispay;
  • comprare biglietti aerei come su eDreams;
  • prenotare un taxi/una macchina privata come su Uber;
  • prenotare alberghi come su Booking;
  • ordinare d’asporto come su JustEat;
  • pagare lo shopping online come con Paypal;
  • accedere ai servizi pubblici e tantissimo altro ancora.

Insomma, un ecosistema di funzioni e servizi integrati in una sola app di cui è impossibile fare a meno se si vive in Cina, soprattutto per la sua funzione Wechat Pay, che permette di pagare sia online che offline negli esercizi fisici con il tuo smartphone.

Come recita la tagline ufficiale: WeChat è uno stile di vita (微信,是一个生活方式).

Perché è essenziale avere WeChat per fare business in Cina?
Fonte: https://weixin.qq.com/

WeChat e Weixin

WeChat, o meglio Weixin, nasce nel 2011 e nel 2019 è arrivata a contare 1,16 miliardi di utenti attivi mensili tra le due versioni dell’app. Infatti, come per altre app cinesi, esiste una versione per la Cina (微信 Wēixìn) e una versione internazionale (WeChat). Solitamente quando si parla di WeChat ci si riferisce a Weixin, la versione per il mercato della Cina continentale.

Il fatto che si tratti di due app sostanzialmente diverse, tuttavia, non ne pregiudica l’usabilità a livello personale. Nonostante la versione cinese sia scaricabile solo dallo store cinese con un numero telefonico locale, infatti, le due versioni di WeChat possono interagire tra di loro. Chi ha creato un account dalla versione internazionale di WeChat può visualizzare e aggiungere liberamente account creati dalla versione cinese e viceversa.

Fino a poco tempo fa il problema sussisteva però per gli account ufficiali creati sulla piattaforma WeChat, che non erano visibili agli utenti Weixin. Recentemente invece Tencent ha provveduto a unificare le due versioni e ad oggi gli account ufficiali creati su WeChat sono visibili anche agli utenti della Cina continentale.

È davvero essenziale avere WeChat per vendere in Cina?

WeChat è stato lanciato nel 2011 dal colosso Tencent, con base a Shenzhen, e oggi è nella top 10 delle più grandi aziende al mondo. Come suggerisce il nome in cinese, 微信 Wēixìn, “micro-messaggi”, l’app è nata come piattaforma di messaggistica, molto simile a WhatsApp. Weixin nasce infatti come evoluzione di QQ, la piattaforma di messaggistica per eccellenza prima dell’avvento degli smartphone, molto simile al nostro defunto Windows Live Messenger (Msn). WeChat ha però ben presto integrato funzioni più avanzate come i messaggi audio, fino a diventare l’app universale che è oggi.

Chiunque oggi possieda uno smartphone in Cina ha sicuramente installato WeChat, che è parte integrante nella vita di tutti i giorni. In questo articolo vengono narrati esempi di disagi reali di una vita in Cina senza WeChat. Ampiamente utilizzato anche per fini professionali, è assolutamente normale che qui i clienti e i colleghi comunichino con l’azienda direttamente attraverso WeChat.

Insomma, con una permeabilità simile nella vita di tutti i giorni di oltre 1 miliardo di utenti che utilizzano attivamente l’app ogni giorno, è veramente impensabile tralasciare WeChat come strumento di marketing per vendere in Cina. (Dati aggiornati al 2019).

Le opportunità per i brand stranieri

Esistono principalmente due opzioni per le aziende che vogliono registrare un account ufficiale su WeChat, con caratteristiche diverse riassunte nella tabella qui di seguito:

Subscription AccountService account
Messaggi visibili nella cartella “Sottoscrizionivisibili in Chat
Pubblicazioni1 al giorno 4 al mese (da 1 a 6 post per volta)
Messaggi diretti ai follower
Menù personalizzabile
APIX
WeChat PayX

Per le aziende straniere che oggi vogliono raggiungere i consumatori cinesi attraverso WeChat, è finalmente possibile anche avendo la sola business license straniera. Infatti, dal 2018 per le aziende straniere è possibile registrare un Service account anche senza aver registrato un’azienda in Cina o un carta d’identità cinese. Prima di allora le uniche opzioni erano appunto registrare un’azienda in Cina (WFOE) oppure appoggiarsi ad altre aziende cinesi o cittadini cinesi, entrambe opzioni legali, ma potenzialmente rischiose dato che la proprietà dell’account era in mano a terze parti.

Ricordiamo anche che oltre all’account ufficiale, su WeChat è possibile creare dei mini-programs per diffondere il proprio brand tra i consumatori cinesi in maniera molto efficace. Alcuni sono dei veri e propri e-commerce semplificati, altri sono dei mini-giochi utili ad aumentare l’interazione con il proprio pubblico, altri ancora delle mappe interattive che ti guidano al negozio del brand in questione.

Oltre ai mini-program, avere un proprio account su WeChat apre anche la strada a collaborazioni con KOL che possono così contribuire a diffondere i contenuti dei brand tra gli utenti WeChat presenti tra i loro follower. Sono molti gli esempi con cifre da capogiro che comprovano l’importanza di questo canale promozionale. Un’altra possibilità di marketing consiste ad esempio nell’acquisto di inserzioni o banner pubblicitari poi proposti ad un pubblico selezionato tra la base utenti dell’app.

Conclusioni

In conclusione, possiamo dire senza ombra di dubbio che WeChat è il primo passo per raggiungere il pubblico cinese diffondendo il proprio brand attraverso un account ufficiale. In sostanza, WeChat rappresenta un biglietto da visita della propria azienda in un formato che è immediatamente comprensibile per il consumatore cinese ed è per questo il primo tassello per l’elaborazione di una strategia di online marketing per raggiungere il pubblico cinese in maniera efficace.



LEGGI ANCHE :

© Riproduzione riservata



Fonti:

Seguici anche sui social

 

Una risposta.

  1. […] mini-program sono una delle ultime integrazioni alla super-app di WeChat. Lanciati nel gennaio 2017, corrispondono a un tentativo di Tencent di rendere la sua piattaforma […]

I commenti sono chiusi.